la tangenziale di Novara

Il grande anello di circonvallazione che prima o poi Novara avrà per contorno, viene realizzato in lotti la cui realizzazione compete all'ANAS. Attualmente essa è formata da un imperfetto semicerchio che collega fra di loro gli accessi alla città provenienti dal Nord, dall'Est e dal Sud. A Nord però manca il collegamento con la strada per Borgomanero ( e per la Valsesia) in quanto la tangenziale si arresta in corrispondenza alla provinciale del Lago Maggiore; a Sud permette di collegare la via per Mortara ma non la provinciale per Vercelli. Il lotto che più è atteso dai Cittadini novaresi è quello cosiddetto SUD, ovvero il congiungimento fra i prolungamenti di corso XXIII Marzo e di corso Vercelli.

ASTREA si è occupata e si occupa del tratto esistente in quanto spesso dopo la realizzazione di un opera si dimentica di curarne la manutenzione. A suo tempo speriamo che la nostra associazione si potrà preoccupare anche del mantenimento del tratto Sud quando finalmente sarà realizzato. Francamente sono molti anni che viviamo tutti di promesse e di scadenze di inizio lavori sempre rinviate al punto che ormai pochi credono ancora che in tempi brevi si potrà finalmente decongestionare il viale G. Cesare con notevole riduzione dell'inquinamento e dei disagi per che vi abita.
Dicevamo della manutenzione. Ebbene ASTREA si è attivata in tal senso fin dal 04/02/95 quando ha inviato una lettera di denuncia all'ANAS ed al Sindaco di Novara. Lettera rimasta naturalmente senza alcuna risposta scritta, come è prassi consolidata, ma che tuttavia  ha dato una "mossa" all'ANAS la quale si è affrettata a porre almeno in parte rimedio ai problemi denunciati.

rassegna stampa

torna alla home page di ASTREA