COMUNE DI NOVARA

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE

Deliberazione N. 453/97

OGGETTO: Ristrutturazione e gestione dell'immobile denominato "Casa Bossi": approvazione programma generale di intervento.

L'anno millenovecentonovantasette, il mese di marzo, il giorno dieci, alle ore 15,30 nella sala delle adunanze del Palazzo Civico, si è riunita la Giunta Comunale.

Presiede il Vice Sindaco, GIULIANI Dott.ssa Teresita.

Dei seguenti Assessori in carica:
GIULIANI Dott.ssa Teresita Vice Sindaco
COTA Dott. Roberto
GIORDANO Dott. Massimo
LEONI Prof. Massimo
MAJOTTI Anna
MONTEGGIA Stefano
OLIVELLI Andrea
RASTELLI Ing. Paolo

Risultano assenti:
MERUSI - Sindaco, MAJOTTI, RASTELLI

Assiste il Segretario Generale Supplente, Dr. LATTANZIO P. LUIGI.

OGGETTO: RISTRUTTURAZIONE E GESTIONE DELL'IMMOBILE DENOMINATO " CASA BOSSI": APPROVAZIONE PROGRAMMA GENERALE DI INTERVENTO.

Su relazione dell 'Assessore ai Lavori Pubblici , ing. Paolo RASTELLI

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che :
Il Comune di Novara è proprietario per lascito testamentario , dell 'edificio Antonelliano denominato " Casa Bossi" in B.do Quintino Sella, di riconosciuto ed eccezionale valore storico artistico, con vincolo ai sensi della L 1089/39 la cui , un tempo dimora di grande prestigio, costituisce uno dei prioritari problemi di questa amministrazione;

Per restituire a tale complesso, di eccezionale interesse artistico, l'originario prestigio e attribuirgli nuovamente un ruolo attivo di primo piano nell’ ambito del patrimonio immobiliare del Comune, è necessario procedere: con un programma di recupero funzionale attraverso una adeguata ristrutturazione e gestione dello stesso, tenendo conto anche del vincolo di destinazione testamentario secondo cui: "omissis... il reddito della casa dovrà essere nella. sua maggior parte usato per il ricovero immediato dei fanciulli abbandonati di qualsivoglia regione che occasionalmente si trovassero a Novara o nel suo territorio.. omissis";

Tuttavia l’entità della spesa (tenuto conto che il valore di stima dell'immobile alla data del 28.06.1990 risulta di £ . 4.254.000.000 come da perizia asseverata prot . 21434 del 28.6 1990 e un intervento di ristrutturazione per un possibile uso residenziale può comportare una spesa presunta di £.20.000.000.000 ) e la impossibilità di trovare coperture finanziarie nel Bilancio Comunale, rende indispensabile fare ricorso al promotore finanziario cui affidare la ristrutturazione e gestione dell 'opera pubblica attraverso lo strumento giuridico della concessione;

Necessita quindi l'intervento di privati che, nel rispetto del patrimonio artistico della città, sostengano i costi dell'intervento, consentendo un rilevante ritorno di immagine in considerazione del fatto che "Casa Bossi" è uno dei problemi storici più dibattuto dai novaresi;

Tale soluzione consentirebbe al Comune raggiungere lo scopo sopra descritto , facendo leva sui capitali privati e sull’organizzazione imprenditoriale di soggetti privati, senza con ciò rinunciare alla proprietà del1 ' i mmobi1e e al controllo sull ' utilizzo dello stesso , stante le sue caratteristiche storiche che e monumentali ;

Peraltro la vigente normativa in materia di Lavori. Pubblici ( L. 109/94 e 216/95) alla quale bisogna. fare riferimento per la disciplina giuridica delle concessioni di costruzione e gestione, pone l’obbligo prioritario di dotarsi di studi di fattibilità dell’intervento volti ad analizzare in concreto il possibile utilizzo dell’immobile, la sua fattibilità. finanziaria ed economica e la sua redditività, il mercato in generale e il suo indotto in termine di lavoro , di occupazione , di apporto economico, ecc.

Risulta pertanto indispensabile acquisire studi di fattibilità volti a suggerire le possibili soluzioni sul migliore utilizzo dell’immobile tenuto conto di tutti gli aspetti prima evidenziati;

Tuttavia la complessità. dell ' intervento e delle diverse fasi del processo rendono opportuno accertare preve ntivamente l' esistenza di operatori economici sul mercato nazionale ed europeo interessati alla concessione dell ' opera pubblica e cioè alla esecuzione degli interventi di ristrutturazione e alla gestione funzionale della stessa con il suo sfruttamento economico

Considerata. la complessità dell 'intervento, dei tempi occorrenti per l' intera procedura e della. volontà di garantire la concretezza e il buon esito dell 'operazione, si ritiene necessario approvare il seguente programma di intervento articolato in più fasi operative, tra loro interdipendenti, di modo che ogni fase dovrà aver luogo solo con la conclusione positiva. della precedente:

ARTICOLAZIONE PROGRAMMA
e indicazione dei tempi presunti per lo sviluppo delle fasi nn. 1 - 2 - 3 - 4 (fasi procedimentali)

FASE N° 1 (avvio fase entro il 10 aprile 1997)
PUBBLICAZIONE AVVISO DI PREINFORMAZIONE
nei modi e nelle forme più ampie per l'accertamento preventivo dell 'esistenza di operatori economici interessati alla concessione di costruzione e gestione dell 'immobile;

FASE N° 2 (avvio fase entro il 30 luglio 1997):
ACQUISIZIONE STUDI DI FATTIBILITA'

FASE N° 3 (avvio fase entro il 30 dicembre 1997)
NOMINA E COSTITUZIONE COMMISSIONE per l'esame delle proposte

FASE N° 4 (conclusione fase entro il 30 marzo 1998)
Selezione dello studio di fattibilità e sua approvazione (assegnando alla Commissione il termine della conclusione dei lavori di 60 giorni dall’insediamento )

FASE N° 5 (avvio fase entro giugno1998)
GARA ad evidenza pubblica per la scelta dell concessionario ;

FASE N° 6 Attività di progettazione articolata sui livelli previsti dalla L .216 /95 previo compimento di tutte le indagini occorrenti e previa acquisizione dei nulla-osta della Soprintendenza ai beni Architettonici e di altre autorità pubbliche , se necessarie ;

FASE N° 7 Esecuzione lavori previa approvazione del progetto ai sensi della Legge 109/94 e 216/95

FASE N° 8 Gestione dell'immobile

Per le fasi n. 6, 7 e 8 non e' indicata la tempistica in quanto. lo sviluppo delle stesse è interdipendente e strettamente correlato ai tempi per il rilascio di pareri , autorizzazioni e nulla osta;

Tutto cio' premesso;

Viste le Leggi 109/94 e 216/95 in materia di Lavori Pubblici;
Visto il D.L. 406/91 inerente i lavori pubblici di rilevanza comunitaria ( pari o superiore a 5.000.000di ECU);
Visto lo schema di Avviso di Preinformazione;
Visti i pareri favorevoli espressi , per quanto di competenza, ai sensi dell 'art. 53 della legge 142/90 da:
Dirigente Progettazione e D.L. dell’area LL.PP.;
Dirigente del Servizio Casa e Patrimonio;
Dirigente del Servizio Gestione Amministrativa Servizi Tecnici;
Dirigente del Servizio Ragioneria;
Segretario Generale supplente
Con voti unanimi, resi nelle forme di legge;

DELI BERA

1) di approvare il programma generale d'i intervento e le singole fasi di attuazione per la ristrutturazione e gestione dell'immobile denominato "Casa Bossi" ;
2) di approvare lo schema di avviso di preinformazione finalizzato alla verifica sul mercato dell'esistenza di. operatori economici interessati all'operazione; che fa parte integrante della presente deliberazione;
3) di procedere alla pubblicazione del suddetto avviso oltre che sulla Gazzetta Ufficiale CEE anche sui quotidiani " Il Sole 24 Ore " , " Il Giorno " e " Italia Oggi " ;
4) di demandare a successivi provvedimenti la costituzione della Commissione di cui alla fase 3 del programma

Con Successiva votazione la Giunta Comunale all'unanimità dichiara il presente provvedimento immediatamente esecutivo, ai sensi dell’art.. 47, comma 3', della Legge n. 142/90.

Letto, approvato e sottoscritto.

Entra il Sindaco, il quale assume la presidenza.

ritorna alla home page di ASTREA