Novara, li 30.09.1999

prot.25/99

Spett.le Redazione:

Corriere di Novara
Corsivo Novarese
La Stampa
L’Azione
Tribuna Novarese
Altaitalia
Radio Azzurra Novara
Videonovara

COMUNICATO STAMPA

Dopo la risposta avuta ad oltre sei mesi dalla n/ prima lettera con la conferenza stampa del giorno 17 settembre 1999 tenuta dall'assessore competente abbiamo appreso che dopo "soli" tre anni e mezzo asta e stendardo del Salvatore torneranno ad essere visti sulla sommità della cupola grazie all'intervento di due guide alpine.

Prendiamo atto della "sfortuna" che ha perseguitato la copia della statua del Salvatore collocata sulla sommità della cupola il 6 luglio 1994 e durata nella sua integrità poco meno di due anni, mentre l'originale ha sfidato per oltre mezzo secolo ogni tipo di intemperie.

Si deve infatti ritenere, come dichiarato nella lettera inviataci sull'argomento dall'Assessorato ai Lavori Pubblici, che le verifiche dei venti in quota, dello staffaggio e di quanto altro richiesto, siano state effettuate altrettanto accuratamente anche prima della posa della copia della statua del Salvatore nel 1994 di quanto fatto ora, con un costo aggiuntivo di poco meno di 10 milioni. Evidentemente si è trattato di uno di quei casi chiamati anche "evento di Dio" per i quali è quindi impossibile individuare responsabilità umane, anche se resta il dubbio (citiamo dalla lettera di cui sopra) :"le cause sono state dovute ai forti venti a quella quota, oltre ai fulmini che si sono scaraventati sulla parte rimasta scoperta dello stendardo dalla gabbia posizionata a protezione delle scariche sull'intero immobile".

Speriamo allora che la ripetizione degli studi e delle verifiche, oltre il rifacimento delle parti danneggiate, abbia considerato anche la protezione dalle scariche atmosferiche estesa sull'intera struttura incluse le parti rimaste precedentemente scoperte, facendoci sperare così che la durata in quota della statua sia ora almeno pari a quella (in quota) della statua originale.

Distinti saluti.

ASTREA               
il Presidente
Terenzio Giustetto

 

torna alla home page di ASTREA