4 ZONA A TRAFFICO LIMITATO


Anche Novara possiede una Zona a Traffico Limitato (ZTL). Essa ha la funzione di ridurre l'inquinamento da autoveicoli e di agevolare il transito e l'utilizzo da parte di pedoni e ciclisti. Ritiene che l'attuale ZTL sia adeguata, oppure che andrebbe modificata salvaguardando comunque le zone limitrofe dall’incremento di inquinamento chimico, acustico e di pericolosità per aumento del traffico ?


Augusto Ferrari

Il problema del traffico e del conseguente inquinamento dell'aria, è una delle questioni centrali del nostro programma. Noi crediamo che si debba avere il coraggio di compiere scelte innovative (e ne proponiamo alcune mutuate da esperienze di altre città italiane, come la nuova possibile regolamentazione del traffico merci da e per il centro storico e il sistema dei crediti di mobilità) attraverso una politica di concertazione. Per questo promuoveremo i patti per la mobilità sostenibile, articolati e contrattati per area. E per questo riteniamo che l'auspicabile allargamento graduale delle zone a traffico limitato debba essere accompagnato dalla realizzazione di parcheggi di prossimità pena l'impopolarità delle scelte.


Stefano Ferrari

L'accessibilità e la raggiungibilità del territorio sono due fattori cruciali per lo sviluppo e la vivibilità di una città. Allargare i limiti della zona potrebbe compromettere questi due importanti elementi. Un potenziamento del trasporto pubblico, delle piste ciclabili, lo sviluppo di un piano che armonizzi gli orari degli uffici pubblici ci sembrano al momento strumenti più efficaci per conciliare traffico, vivibilità e rispetto per l'ambiente. In relazione a quest'ultimo punto poi ci impegniamo, come da programma (paragrafi 5.2 e 5.3), a introdurre regolamentazioni edilizie per contenere lo spreco di energia ed il conseguente inquinamento atmosferico.


Massimo Giordano

LA MOBILITA' 
ZTL

Questa Amministrazione ha esteso la zona a traffico limitato, introducendo la cosiddetta ZTL ambientale, portandola al 10% dell'edificato urbano e programmandone l'ulteriore estensione al 20% totale:
La ZTL ambientale costituisce l'asse centrale intorno al quale costruire il nuovo piano urbano del traffico.
Sono tre le fasce in cui la mobilità urbana dovrà essere riprogettata:
° La ZTL ambientale ovvero l'area centrale già identificata e perimetrata;
° L'area di prossimità a corona della precedente;
° L'area di interscambio, ovvero le zone periferiche della città, estendibile ad alcuni centri abitati limitrofi che con il Comune di Novara condividono la cosiddetta conurbazione di Novara per l'organizzazione del servizio di trasporto pubblico.
Gli obiettivi per la ZTL ambientale e l'area di prossimità:
° La fluidificazione del traffico perseguendo l'obiettivo di medio lungo periodo della conversione della sosta di superficie in sosta di struttura; con particolare riferimento alla zona centrale della città, la previsione di almeno 2 strutture di sosta interrate (2000/2500 posti auto)
° L'attivazione di una fase intermedia che preveda l'estensione dell'area di sosta tariffata e regolamentata (per complessivi 4000/4500 posti auto circa), l'adozione di soluzioni tecnologiche che consentano forme di pagamento flessibile ed il telecontrollo delle aree di sosta individuate, il potenziamento della sosta di prossimità gratuita a ridosso della zona centrale della città, la contestuale destinazione dei maggiori ricavi al sostegno del trasporto pubblico; l'abbonamento a metà prezzo è un obiettivo da perseguire contestualmente all'incremento del numero di abbonati al servizio.
° Il potenziamento della linea navetta verde con transito dalla stazione ferroviaria e prolungamento al parcheggio SUN di Largo Pastore.
°L'attivazione del sistema integrato di mobilità di corto raggio già progettato, ovvero la disponibilità di aree attrezzate per il prelievo/consegna di biciclette nella corona della ZTL ambientale, integrato con il trasporto pubblico (navette rossa e verde).
Gli obiettivi per l'area di interscambio
Il completamento e l'attivazione di parcheggi integrati sulle principali direttrici di ingresso alla città (in completamento le aree di sosta del nuovo centro sportivo di viale Trieste, l'ampliamento dell'area di sosta Carrefour di corso della Vittoria; già attivi l'area di interscambio Viale Kennedy e Centro Commerciale S. Martino). Da completare le direttrici mancanti. L'ulteriore potenziamento del trasporto pubblico per rendere possibile l'attivazione di logiche di interscambio dalle zone periferiche verso l'area centrale della città. Il potenziamento comporta interventi diretti di progettazione di nuove linee/nuovi servizi di tpl (trasporto pubblico locale) ed interventi indiretti da integrare con le politiche di mobilità urbana adottate dal Comune di Novara.
Gli interventi diretti
° Il potenziamento dei collegamenti tra la zona nord ed il centro città attraverso le nuove direttrici di penetrazione (via delle Americhe, viale Europa, via Fara, S. Rita e la zona del centro commerciale). Da prevedere l'introduzione di una nuova linea "A barrata" che possa ampliare la frequenza di tpl nelle sopraccitate aree ed una estensione del servizio a chiamata attestato in via Ancona/viale Kennedy al Centro Commerciale S. Martino.
° L'ampliamento dei servizi a chiamata con particolare riferimento alle zone periferiche della città. Da prevedere l'introduzione in particolare di servizi a chiamata in specifiche giornate ed in alcune fasce orarie (esempio: giorni festivi alla mattina) rendendo flessibile in tal modo la domanda di tpl soprattutto in momenti dove questa è più specializzata e riconoscibile (lavoratori con turni festivi, persone che accedono alle aree cimiteriali, che accedono alle strutture ospedaliere, etc).
Gli interventi indiretti.
° L'incremento della velocità commerciale dei servizi di trasporto pubblico attraverso l'adozione di soluzioni di mobilità urbana orientate alla fluidificazione del traffico (ricollocazione sosta di superficie).
° L'adozione di soluzioni tecnologiche per ottimizzare il controllo della flotta viaggiante e la contestuale informazione all'utenza (tempi di attesa alle fermate, informazioni e prenotazione di servizi via web e/o telefono cellulare, biglietteria elettronica).
Il Comune di Novara continuerà inoltre nel suo impegno a sostenere la conurbazione di Novara, ovvero l'area che comprende altre 7 comuni confinanti che, con la città, condividono l'organizzazione del servizio di trasporto pubblico locale. L'attuale Amministrazione ha sostenuto in questi anni l'intero costo previsto dal contratto per garantire i servizi minimi di tpl sull'intera area conurbata, considerando questo un effettivo sostegno a politiche di interscambio reale, che limitano all'origine movimentazioni da e per la città capoluogo.


Nicola Gullì

La ZTL dovrebbe estendersi alla cerchia dei Baluardi conciliando, però, il diritto alla mobilità di tutti ed in special modo delle fasce deboli ( portatori di handicap se presenti in autovettura ) oltreché dei residenti , commercianti, lavoratori differenziandone comunque le modalità di accesso. Occorre tutelare il diritto alla salute con riduzione del traffico e delle polveri sottili e, pertanto, necessita attuare al più presto le aree di parcheggio di interscambio prevedendo il collegamento del Centro con frequenti navette a basso costo e basso impatto ambientale .


Alberto Pacelli

Va sicuramente modificata ed ampliata: nel quadro di un progetto complessivo di riordino, di recupero e di salvaguardia urbanistico, storico e culturale del centro e di valorizzazione delle attività che vi si svolgono.
Ma non c'e' solo il centro: ci sono i rioni, le frazioni. E tutti sono interessati dall'inquinamento atmosferico causato dal traffico veicolare. Per questo noi abbiamo formalizzato un complesso di proposte organiche per ridurre/eliminare i due tipi di inquinamento atmosferico determinato da traffico veicolare: quello proveniente dall'esterno e quello urbano.
Per quanto riguarda il primo, nel nostro progetto per il futuro della città proponiamo di costruire - sulla base di una graduatoria di priorità stabilita in rapporto al numero dei veicoli in ingresso - grandi parcheggi di interscambio, pubblici e gratuiti, collocati in prossimità delle strade di penetrazione e collegati con il centro con autobus della SUN nelle ore di punta e con navette nelle altre ore della giornata.
Per quanto riguarda il secondo, la drastica riduzione del traffico veicolare urbano e' possibile all'unica condizione di rendere appetibile e concorrenziale l'uso alternativo degli autobus della SUN. Obbiettivo conseguibile:
Riducendo del 50% il costo dei biglietti Fissando in due fasce la validità oraria dei biglietti (dall'inizio del servizio alle tredici e dalle tredici alla fine del servizio)
Stabilendo che all'interno delle due fasce orarie lo stesso biglietto e' valido per tutti gli autobus di tutte le linee. Riorganizzando l'intera rete del trasporto pubblico, razionalizzando i percorsi, riducendo a 10' in tutte le stagioni i tempi di passaggio
Questo e' il nostro impegno per costruire una città vivibile.


Luigi Torriani

Sono concorde con l'esistenza della zona a traffico limitato che agevola il transito pedonale e dei ciclisti. Non riteniamo però che la ZTL possa risolvere i problemi dell'inquinamento, come abbiamo già sostenuto ai tempi manifestando contro la decisione fallimentare della Provincia di istituire il blocco del traffico e le targhe alterne.