cart_int.gif (5932 byte)

Novara 05/07/99
prot. 16/99

Al sig. Sindaco di Novara
avv. Giovanni Correnti

epc

ai capigruppo consiliari
al presidente del Consiglio Comunale
al Difensore Civico

epc

alla stampa locale

 

Egr. sig. Sindaco,

come Ella sa, ASTREA, con l’attenzione particolare che pone alle questioni riguardanti Casa Bossi, soprattutto da quando (13/3/97) la ha "adottata", a suo tempo scoprý che il Comune di Novara sembrava in procinto di dover effettuare erogazioni supplementari per un progetto, elaborato dagli uffici comunali, perlomeno in parte significativa copiato.

ASTREA Le chiese (21/9/98 e, quindi 10/11/98) delucidazioni in merito: ad oggi non ha avuto risposta.

E’ stato fatto intendere in qualche modo che la risposta poteva essere stata disattesa in quanto la richiesta era stata espressa anche, reiterandola, in forma pubblica tramite i giornali.

A distanza di 8 mesi si rileva che la Giunta Comunale con delibera numero 585 del 9/6/99, ha provveduto a tacitare il plagiato con un importo di lire 78.077.002=.

Rinnoviamo la domanda posta e Le chiediamo di voler quindi significare se il progetto di rifacimento del tetto di Casa Bossi Ŕ risultato costare al Comune qualche altro importo speciale (incentivo di progettazione Lit 7.690.000 come si legge in delibera CC 13/9/97) quale ulteriore remunerazione rispetto alle correnti retribuzioni degli estensori, oltre al citato esborso deliberato per l’acquisizione del diritto di utilizzo del prodotto dell’autore plagiato: disegni e relazione.

ASTREA Ŕ dispiaciuta di dover rilevare questa specifica disattenzione nei propri confronti che peraltro non Ŕ unica: vedasi il caso di risposta sempre disattesa per quanto concerne lo stendardo del Salvatore, etc.

D’altro canto ASTREA si compiace invece di continuare ad essere collaborativa con gli istituti comunali, come ad esempio in tempi recenti nel caso del contributo dato per la modifica al Regolamento di Polizia sui cani (Art. 6) approvato dal C C con la variante come da proposta ASTREA; ed ancora ad esempio per il contributo dato alla stesura del Regolamento comunale per l’installazione e l’esercizio apparati di telefonia cellulare, in punti ove Ŕ stata fatta rimarcare l’opportuna necessitÓ di trasparenza e sono state suggerite e recepite le modalitÓ per la stessa.

ASTREA resta quindi in attesa paziente e fiduciosa anche delle risposte non ancora ricevute.

Con l’occasione ASTREA si permette di ricordare che per tutti gli argomenti di pubblico interesse ivi inclusi quelli sopra citati (e la presente lettera), l’intera documentazione e le spiegazioni indispensabili sono visibili a tutti i Cittadini nelle pagine del nostro sito Internet www.astrea.it

 

Distinti saluti

ASTREA
il presidente
Terenzio Giustetto

 

 

  torna alla home page di ASTREA