Casa Bossi

la foto č tratta dall'articolo apparso sul Corriere di Novara

Un gruppo di alunni della 3C della scuola media Duca d'Aosta (www.ducadaosta.ws) č rimasto molto colpito dal pessimo stato di conservazione di casa Bossi, ammirata durante una visita guidata alla cittā e ha deciso di non abbandonare il monumento, ma di prendersene cura "adottandolo". 

I ragazzi si sono quindi attivati per sensibilizzare gli altri alunni della scuola. Per raggiungere questo obiettivo si sono informati sulla storia dell'edificio: si sono serviti innanzi tutto del libro "Cuore di pietra" di Sebastiano Vassalli che ha aperto loro le porte della "bianca casa ai piedi delle montagne", poi hanno utilizzato testi di storia dell'arte, articoli di giornale, la relazione dell'architetto Bordino, internet (in particolare il sito di Astrea) e il video registrato durante l'ultimo convegno su casa Bossi.

I

Descrizione

Alessandro Antonelli

Astrea

Incontro con l'arch. Bordino

Piante di casa Bossi

Cuore di Pietra